Log in
Prev Next

Come configurare Emule - Video

Dicembre 14, 2018 by VITO D'ERI

Read more

Come configurare TP-LINK RE200

Dicembre 14, 2018 by VITO D'ERI

Read more

Le farmacie di tutta Italia su Webdellecose.com

Novembre 30, 2018 by Antonio

Le farmacie di tutta Italia su Webdellecose.com

Dopo aver inaugurato il principale contenitore dedicato al meteo con oltre 3 milioni...

Read more

Nuova sezione meteo del sito Webdellecose.com

Novembre 29, 2018 by Antonio

Nuova sezione meteo del sito Webdellecose.com

Il portale webdellecose.com si rinnova con una nuova area dedicata alle previsioni meteo...

Read more

Perchè Google Home è meglio di Amazon Echo

 

E' stato presentato in occasione del Google I/O 2016 il nuovo Google Home, un prodotto che ha tutta l'aria di essere il competitor perfetto di Amazon Echo nel campo degli Hub per domotica (anche se nelle dichiarazioni ufficiali dei rispettivi produttori le due soluzioni vengono presentate come "assistenti personali" per la casa).

Google Home e Amazon Echo a confronto.

Tra Google Home ed Amazon esistono numerosi punti in comune. Innanzitutto il design: sia Google che Amazon hanno scelto un layout "tubolare", più basso e largo nel caso di Google Home, più longilineo e stretto nel caso di Echo. Entrambi i dispositivi sono alimentati a corrente continua, si connettono ad internet tramite Wifi, riproducono musica tramite delle casse audio integrate e sono anche in grado di "ascoltare" alcuni comandi impartiti dall'utente tramite degli strumenti di riconoscimento vocale.

Ma qui arrivano già le prime differenze: sì perchè il set di comandi supportati da Alexa (il sistema di intelligenza artificiale di Amazon Echo) è molto più ristretto di quello di Google Home. Anzi, a dirla tutta, e prendendo per buone le anticipazioni in materia fornite dal CEO di Google Sundar Pichai, Google Home sarà perfettamente in grado di comprendere il linguaggio naturale dell'utente (e quindi non solo specifici ordini) grazie all'integrazione del framework Google Assistant.

In pratica sarà possibile, in linea di principio, interloquire con Google Home come se si parlasse con un altro essere umano. Vedremo...

Un'altro punto di forza (questa volta sicuro ed innegabile) di Google Home rispetto ad Amazon Echo è il livello di integrazione con altri dispositivi. Nel caso di Google Home infatti già nativamente sarà possibile utilizzare il proprio assistente personale per comandare, a distanza (tramite app) o in presenza (a voce) altri dispositivi di domotica come i termostati Nest, le lampade Hue (supportate anche da Echo) o il riproduttore audio/video Chromecast.

Infine il prezzo. Su questo punto il confronto rimane ancora aperto: sappiamo infatti che Echo viene venduto a 180 dollari (ancora non è acquistabile in Italia) mentre non sappiamo a che prezzo verrà venduto Google Home.

Vuoi saperne di più su Amazon Echo? Clicca qui