ASSURDO A NAPOLI! MASCHERINE VENDUTE IN SALUMERIA A 12 VOLTE IL LORO PREZZO

Ogni giorno che passa si fanno sempre più assurde le storie che stanno nascendo intorno al dramma del Corona virus. L’ultima, arriva da Napoli e racconta di un salumiere, o forse sarebbe meglio dire uno sciacallo, che ha pensato bene di rivendere le introvabili mascherine all’interno della sua salumeria.

Già, proprio così. In mezzo a prosciutti e salumi, olive e conserve il nuovo genio di noi altri ha pensato bene di arrotondare gli incassi vendendo singolarmente mascherine con un sovrapprezzo del 1200%. Pagate 20 centesimi l’una le rivendeva a 3 euro l’una.

A scoprilo i militari della locale stazione dei Carabinieri che, letto l’annuncio sul web, sono velocemente risaliti all’esercizio commerciale contro il quale hanno già disposto tutti i dispositivi sanzionatori del caso.